Filtra per argomento

Parole chiave

invia il tuo comunicato

Cinisello Balsamo: la bambina morbida va in scena

Liberamente tratto dal libro di Maria Cristina Toccafondi, il 25 gennaio alle ore 20,30 andrà in scena, presso la sala della comunità via San Giuseppe 4, la rappresentazione teatrale “La bambina morbida”.

22 Gennaio 2020 - Raffaele Moschella, regista della Compagnia del Borgo, che da trent’anni è presente sul territorio milanese, ha tratto questa sceneggiatura dall’omonimo libro di Maria Cristina Toccafondi che lo ha pubblicato con la Fabbrica dei segni nel 2017.

La bambina morbida è la rappresentazione del diario della vita di Beatrice e delle persone che l’hanno accompagnata nel mondo. È una storia che parla ad ognuno di noi e racconta la grandezza dell’amore in tutte le sue sfumature: nella bellezza e nella fatica, nella diversità e nell’imperfezione. 

Un intreccio di relazioni e di sentimenti, talvolta contrastanti tra loro, che daranno allo spettatore la sensazione di essere sulle montagne russe.

L’opera teatrale, così come il libro, è una bella occasione per riflettere sul tema della disabilità e per sensibilizzare sull’importanza e la necessità di non lasciare da soli coloro che sono chiamati ad affrontare le sfide, a volte pesanti, che la vita ci pone di fronte.

Alla prima seguiranno altre tre serate il 26 gennaio, l’1 e il 2 di febbraio, sempre alle 20,30.

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Cinisello Balsamo ed è sostenuta da Stiamo al Passo - Insieme per l’Inclusione- e dal GAD (Gruppo Accoglienza Disabili), l’associazione che opera a Cinisello da oltre trent’anni dando supporto alle persone più fragili e aiutandole nella difesa e nel riconoscimento dei loro diritti.

Il regista Raffaele Moschella sottolinea che “poter portare sul palco la vicenda di Beatrice e della sua famiglia è stata un’occasione di cercare di toccare con mano e di condividere con gli spettatori emozioni, gioie, dolori, che fanno parte della “anormalità” di una vita così particolare, un momento di riflessione e di ripensamento dei valori di umanità che stanno nel cuore  di ciascuno. Uno spunto per avvicinarsi in punta di piedi a questa bambina morbida che non può che interrogare il nostro cuore sul senso profondo delle cose e della vita.”

“Ringrazio il regista”, dice Maria Cristina Toccafondi, “per aver scelto di rappresentare il mio libro. Il libro e lo spettacolo mi consentono di mantenere, in qualche modo, viva Beatrice e mi permettono di rivivere le emozioni, l’amore e la bellezza che ci ha regalato.”

La Compagnia del borgo nasce nell’ambito delle attività degli oratori della Parrocchia San Giuseppe di Cinisello Balsamo, si contraddistingue da sempre per il coinvolgimento e l’apertura verso i giovani ma non solo. L’unica e vera regola del gruppo è “Fare seriamente e costantemente teatro”.

In questa occasione tra gli attori sarà presente anche Giulia, la sorella di Beatrice, che impersonerà se stessa.

Costo del biglietto € 5,00 

Per prenotare telefonare dalle 19.00 alle 21.00 al numero 391-428 9776 oppure inviare un messaggio WhatsApp indicando nome, cognome, data dello spettacolo e numero di posti.

Per informazioni:
Fabrizio Mantovani 3387253990